Alice nella città: vincitori e trame dei film

Sono due opere prime quelle che sono uscite vincitrici dalla 14esima edizione di Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni, composta da 27 ragazze e ragazzi tra i 14 e i 19 anni, selezionati su tutto il territorio nazionale.

Il Premio come miglior film del concorso Young/Adult è stato assegnato al lungometraggio “Kicks” del regista americano Justin Tipping con la seguente motivazione: “Per la realtà feroce messa in luce da un continuo e potente scambio tra immagini e suono, che eleva la tragica e violenta condizione delle periferie a personale odissea urbana del giovane Brandon. Il film sorprende per la propria originalità, facendo riflettere sulla futilità della violenza e sull’orrore che inevitabilmente scatena se applicata”.

Il film narra le vicende di Brandon, ragazzo californiano di 15 anni, che sogna un nuovo paio di scarpe, per la precisione le Nike Air Jordans. La sua piccola statura lo porta ad essere insicuro, introverso, in continuo disagio e a nutrire una profonda rabbia repressa. La sua situazione economica, inoltre, non è delle migliori. Quando riesce ad acquistare le scarpe dei suoi sogni, la sua gioia ha vita breve, dato che viene derubato da una gang di ragazzi abitanti la zona limitrofa. Brandon partirà così in missione per recuperare le sue scarpe, aiutato dai suoi due amici e guidato dalla figura di un astronauta, il suo alter ego.

Vittoria unanime, invece, è stata quella del film “Little Wing” della regista finlandese Selma Vilhunen che torna a casa con il premio Taodue Camera d’Oro. La giuria ha così giustificato la propria scelta: “Per la straordinaria capacità di raccontare un viaggio di formazione spiazzante, in cui i rapporti tra genitori e figli apparentemente si ribaltano; e per la capacità di emozionare grazie alle strade parallele cui ti costringono la vita e l’arte quando ti attraversano”.

La storia ruota intorno a Varpu, una ragazza di 12 anni, caratterialmente opposta a sua madre Siru. La ragazza è in rapida crescita verso l’età adulta mentre la madre continua a preservare un atteggiamento infantile. Una notte, stancatasi della sua situazione, Varpu ruba una macchina e decide di partire alla ricerca di suo padre, pur conoscendone solo il nome. L’incontro non rispecchierà le aspettative della ragazza e la porterà a riflettere, insieme alla madre, sul ruolo che hanno una nella vita dell’altra.

Vittoria personale per Alice nella città è quella ottenuta al botteghino con una crescita degli incassi maggiore del 15% rispetto all’anno passato, escludendo gli incassi del fine settimana conclusivo.

Potrebbe interessarti:

About Joseph Scribendi 19 Articoli

Sognatore. Profilo pubblico in fase di aggiornamento.

Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.