Belgio: 3.000 cervelli della raccolta di Corsellis per studiare la schizofrenia

Belgio. L’Università di Anversa e il centro psichiatrico di Duffel conservano una parte consistente della collezione di cervelli umani: circa 3.000 organi integri degli 8.000 totali sparsi per il mondo e raccolti a partire dal 1951 dal neuropatologo N.Corsellis. Il neuropatologo è stato impegnato in questo tipo di studi per tutta la vita, conducendo importanti ricerche negli ambiti della salute e dell’invecchiamento mentale. I suoi lavori più noti sono le ricerche sull’epilessia e i disturbi psichiatrici. La collezione del neuropatologo, dopo la sua morte avvenuta 1994, fu presa in carico dal collega Clive Bruton per passare poi all’ospedale psichiatrico di Londra nel 1997. Di questa particolare collezione, vanno infine a centro di Duffel solo gli organi appartenuti a pazienti che sono stati colpiti da forme di schizofrenia e/o depressione. I ricercatori potranno dunque disporre di materia organica, anche sezionabile, per indagare sulla relazione tra malattia psichiatrica e danni cerebrali.

Gli studi di Corsellis non hanno avuto ricadute solo nel mondo scientifico ma anche in altri ambiti. In particolare, alcuni suoi studi hanno avuto una importante ricaduta nel mondo dello sport. Corsellis ha infatti identificato i danni cerebrali provocati dal pugilato. Il neuropatologo si è soffermato sulla gravità dei danni cerebrali prodotti dai ripetuti colpi alla testa. Con ciò ha contribuito all’introduzione del caschetto protettivo.

Potrebbe interessarti:

About Mario Martino 173 Articoli
Nato a Maddaloni il 16/05/1995. Vive a Beltiglio di Ceppaloni, un piccolo paesino della provincia di Benevento. Studia Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. Scrive anche per Benevento ZON, AlBarSport.com e Derivati Sanniti.
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.