Elsa Salerno Summer Law School 2018: tutte le info

Ai nastri di partenza la quarta edizione della Summer Law School organizzata da ELSA Salerno (The European Law Students’ Association) in collaborazione con la cattedra Jean Monnet HEALTHY (European Health, Environmental and Food Safety Law) e l’osservatorio ODUBSA (Diritti Umani, Bioetica e Salute), entrambi diretti dalla Prof. Stefania Negri, Ordinario di Diritto Internazionale presso l’Università degli Studi di Salerno, alla quale è stata affidata la direzione scientifica del corso.

Elsa Salerno Summer Law School 2018: l’iniziativa e il programma

L’iniziativa, che anche quest’anno ruoterà intorno ad una tematica cruciale quale il Diritto Internazionale ed Europeo dell’Ambiente, si terrà dall’1 all’8 luglio e si articolerà in una settimana di incontri, corsi e workshop durante la quale cinquanta studenti provenienti da tutta Europa e non solo si confronteranno sulle principali tematiche al centro del Diritto Ambientale attuale.

Il programma didattico, della durata complessiva di 20 ore, avrà ad oggetto una pluralità di tematiche ambientali attraverso l’analisi normativa, giurisprudenziale e dottrinale, coniugando l’esame degli aspetti teorici con quello dei casi pratici.

Particolare attenzione verrà dedicata al tema Health&Environment e quindi Diritto dell’Ambiente, Diritti Umani, Governance, Protezione delle acque marine, Crimini Ambientali, Cambiamenti Climatici e OGM. Ai Workshop ed alle attività pratiche seguiranno un ricco calendario di eventi che coinvolgerà i partecipanti portandoli alla scoperta dei tesori della città di Salerno e della vicina costiera amalfitana, azione di promozione del territorio che l’associazione ha sempre ritenuto fondamentale e strategico in un’ottica di sviluppo condiviso.

Elsa Salerno Summer Law School 2018: un appuntamento da non perdere

Il progetto, destinato a studenti, laureati, dottorandi, avvocati ed altri operatori giuridici dei settori ambientale e sanitario, gode del patrocinio del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Salerno, dell’Ente Guardie Ambientali d’Italia, del Jean Monnet Chair Healthy, Co-founded by the Erasmus+ Programme of the European Union, European Association of Health Law, Osservatorio sui diritti umani: Bioetica, Salute, Ambiente.

Per tutti gli aspetti scientifici è preziosa ed indispensabile la collaborazione di: Prof. Stefania Negri (Università degli studi di Salerno), prof. Riccardo Pavoni (Università di Siena), Dr. Marlies Hesselman (Groningen), dr. Daniela Marrani (Università degli studi di Salerno), dr. Rossana Palladino (Università degli studi di Salerno), prof. Lorenzo Schiano di Pepe (Università di Genova), prof. Javier Fernández Pons (University of Barcelona), prof. Amandine Orsini (University Saint Louis of Brussels), Prof. Pia Acconci (Università di Teramo), Prof. Anna Oriolo (Università degli studi di Salerno).

Il 2 luglio, in mattinata, si svolgerà la cerimonia di apertura presso l’ateneo salernitano. A seguire, alle ore 15, presso la casa comunale di Salerno nella Sala dei marmi, fare gli onori di casa, saranno gli assessori Caramanno (Ambiente ed allo Sport), Giordano (Politiche giovanili e all’ innovazione) e Loffredo (Commercio).

A seguire interverrà il presidente regionale dell’Ente Guardie Ambientali d’Italia, Concetta Galotto, che terrà un workshop sul diritto penale dell’ambiente, illustrando le azioni svolte negli anni a tutela del territorio in ambito provinciale e regionale.

About Nicola Loseto 213 Articoli
Appassionato di calcio fin da bambino, nato a Bari nel 1970. Da sempre tifoso del Bari, mi interesso di calcio, basket e altri sport.
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.