Fidel Castro Frasi Celebri: Aforismi e Citazioni

Una notizia che scuote il mondo: è morto Fidel Castro. Le sue frasi celebri: aforismi e citazioni dell’ex dittatore di Cuba.

Fidel Castro Morto: Wikiquote

Se n’è andato anche Fidel Castro. Pareva quasi eterna l’esistenza dell’ex dittatore dell’isola di Cuba. Nato a Biran il 13 agosto del 1926, è stato primo ministro dell’isola dal 1959 al 1976, anno dell’abolizione della carica, ma soprattutto Presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei Ministri fino al 2008. Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba, era a capo del partito unico del Paese, che non partecipa direttamente alle elezioni.

Fidel Castro è stato uno dei più famosi rivoluzionari. Assieme al fratello Raul, a Ernesto Che Guevara, a Camilo Cienfuegos è stato uno dei protagonisti della rivoluzione cubana, che mirava a spodestare del potere il dittatore Fulgencio Batista. Da allora, preso il potere, proclamò uno stato monopartitico di stampo socialista, definita da più parti come un regime totalitario.

L’ex dittatore di Cuba si è spento oggi a L’Avana. A darne l’annuncio alla televisione di Stato il fratello Raul. Vediamo alcune delle sue frasi più celebri.

Fidel Castro Frasi Celebri

  • “Berlusconi è un pagliaccio: sarebbe stato più giusto se si fosse chiamato “Burlesconi”. È un personaggio da ridere e Mussolini era come lui! (da Centinaia di migliaia di cubani in piazza contro Italia e Spagna, la Repubblica, 12 giugno 2003)”.
  • “Condannatemi, non importa, la storia mi assolverà”.
  • “Le idee non hanno bisogno di armi, se sono in grado di convincere le grandi masse”.
  • “Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni epoca e in ogni circostanza, ma mai, senza lotta, si potrà avere la libertà”.
  • “Non c’è nulla di paragonabile alla shoah. […] Nessuno al mondo ha ricevuto lo stesso trattamento riservato agli ebrei, sempre accusati di ogni male. Essi hanno condotto un’esistenza molto più difficile di chiunque altro”.
  • “Nessuno ci convincerà mai che un omosessuale possa avere in sé le condizioni e le esigenze di condotta che ne potrebbero fare un vero Rivoluzionario, un vero Comunista militante. Una deviazione di questa natura si scontra con il concetto che noi abbiamo di come dev’essere un militante comunista”.
About Nicola Loseto 169 Articoli
Appassionato di calcio fin da bambino, nato a Bari nel 1970. Da sempre tifoso del Bari, mi interesso di calcio, basket e altri sport.
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.