Francantonio Genovese torna in Parlamento: revocato obbligo di dimora

Francantonio Genovese, deputato di Forza Italia recentemente condannato a undici anni di reclusione per truffa, è di nuovo libero e potrà tornare alla Camera dei Deputati.

La sua condanna per truffa è riferita nell’ambito di un processo sulla formazione professionale, che gli è costata la poltrona in Parlamento. Genovese era stato sottoposto a obbligo di dimora il 25 novembre 2015, subito dopo la revoca degli arresti domiciliari per l’inchiesta su illeciti nella formazione denominata Corsi d’oro.

Il Tribunale della Libertà di Messina ha accolto la richiesta dei suoi legali di revocare il provvedimento. Così, il deputato passato dalle fila del Partito Democratico a quelle di Forza Italia, potrà presto tornare al suo posto in Parlamento, svolgendo il suo ruolo normalmente.

Il suo avvocato, Nino Favazzo, ha spiegato così l’evolversi della vicenda: “Il Tribunale di Messina ha finalmente fatto giustizia, tardivamente, di una misura cautelare ingiusta che già nel 2016 la Suprema Corte di Cassazione aveva censurato”.

Nato a Messina nel 1968, Francantonio Genovese è laureato in giurisprudenza. Ha fatto parte del Partito Democratico dal 2008 al 2015, prima di passare a Forza Italia.

Potrebbe interessarti:

Copertina Crozza terza serata di Sanremo 2017: Video Rai Play 9 febbraio

About Luca Liguori 174 Articoli
Appassionato di Arte e Scrittura. Cerca di raccontare le sue emozioni attraverso i suoi articoli.
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.