Gastronomia: in Islanda si può mangiare il cuore di Pulcinella

Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando sentite la parola Pulcinella? La più famosa maschera napoletana, suppongo. Ma se avete un amico islandese fategli la stessa domanda e resterete sorpresi dalla sua risposta.

Un islandese vi dirà che pulcinella è un uccello e che addirittura il suo cuore si può mangiare. In effetti, la fratercula o pulcinella di mare è un uccello appartenente alla famiglia delle Alche. Questo curioso animale popola i mari e le coste dell’Atlantico settentrionale, sopratutto le coste islandesi ma anche quelle norvegesi e bretoni. La pulcinella di mare è facilmente riconoscibile per via del suo becco triangolare, piatto e di colore rosso, giallo e blu.

Il cuore di questo uccello è una pietanza tradizionale in Islanda e in Norvegia. In islanda, il cuore di questo pennuto viene mangiato sia cotto (bollente) in inverno che crudo in estate.

Nel 2008, Gordon Ramsay, il più celebre cuoco della televisione inglese, venne ripreso da The F Word mentre si scorpacciava il cuore di una pulcinella di mare. Quarantadue spettatori denunciarono l’accaduto all’Ofcom, ma non ci furono grandi conseguenze per Ramsay. Infatti il puffin heart è una prelibatezza della gastronomia islandese ma questo fatto era sconosciuto ai più.

In molti paesi bretoni e anche in alcune città tedesche è diffuso il consumo di questa pietanza. In italia è decisamente meno diffuso il consumo del “cuore di pulcinella”. La maggioranza degli italiani vola con la mente al film di Leonid Alekseychuk quando sente nominare “Il cuore di pulcinella”.

Potrebbe interessarti

About Mario Martino 173 Articoli
Nato a Maddaloni il 16/05/1995. Vive a Beltiglio di Ceppaloni, un piccolo paesino della provincia di Benevento. Studia Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. Scrive anche per Benevento ZON, AlBarSport.com e Derivati Sanniti.
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.