I fattori che concorrono alla costruzione dell’autostima

L’autostima racchiude tutti i giudizi valutativi che l’individuo attribuisce a se stesso. Tuttavia per giungere a questo giudizio bisogna che siano implicati alcuni elementi fondamentali

Fattori Autostima

Si sente parlare spesso di autostima, un concetto che in ambito psicologico è piuttosto importante. Ma ti sei chiesto esattamente che cosa significhi? Non è stato facile per gli esperti riuscire ad arrivare ad una definizione del concetto in questione. Infatti il concetto di autostima è stato oggetto di molte elaborazioni di carattere teorico. Ci sono vari fattori che concorrono a fare in modo che una persona abbia una buona stima di se stessa. In generale si potrebbe dire che l’autostima racchiude tutti i giudizi valutativi che l’individuo attribuisce a se stesso. Tuttavia per giungere a questo giudizio bisogna che siano implicati alcuni elementi fondamentali. Scopriamo quali sono.

Gli elementi che concorrono all’autostima

Molti si chiedono come fare ad aumentare l’autostima. È una domanda a cui non si può rispondere in maniera univoca, perché ci devono essere nell’individuo delle condizioni essenziali per poter affermare che una persona goda di un’adeguata autostima, un’adatta stima nei confronti di se stessa.

Innanzitutto nell’individuo deve essere presente un sistema che dia la possibilità di auto-osservarsi. Questo sistema appare veramente molto importante, perché la costruzione dell’autostima deve partire essenzialmente dalla conoscenza di se stessi.

Un altro elemento molto importante che concorre alla formazione dell’autostima è rappresentato dall’aspetto valutativo. Ovvero l’individuo deve essere in grado di dare un giudizio generale di se stesso.

Non può mancare infine un aspetto di carattere affettivo, che dia la possibilità al soggetto di valutare in modo positivo alcuni suoi comportamenti ed azioni.

I fattori importanti per la costruzione cognitiva dell’autostima

Senza dubbio l’autostima passa attraverso una costruzione di carattere cognitivo. Per arrivare ad un’adeguata autostima ci sono quindi diversi elementi che, messi insieme, possono permettere all’individuo di giudicarsi in maniera positiva.

Ecco perché alcuni studiosi, che si sono occupati nel corso del tempo dell’argomento, suggeriscono che in questo senso potrebbe essere importante considerare il confronto. Si tratta del confronto che l’individuo mette in atto tra i successi ottenuti realmente e le aspettative che aveva nei loro confronti.

Ma senza dubbio da questo punto di vista dobbiamo considerare anche l’autostima come un concetto che scaturisce dai rapporti con gli altri. Infatti secondo diversi esperti che si occupano di psicologia l’autostima scaturirebbe come una valutazione riflessa del giudizio delle persone con le quali ci rapportiamo.

Questo significa che l’autostima di una persona non può scaturire soltanto da fattori intrinseci, soltanto interiori individuali. Un ruolo fondamentale infatti sarebbe detenuto da confronti che l’individuo fa con l’ambiente in cui vive.

Il sé reale e il sé ideale

Secondo alcuni studiosi, a concorrere alla costruzione dell’autostima ci sarebbero due componenti molto importanti. Si tratta del cosiddetto sé reale e del sé ideale. Il primo è una visione oggettiva delle abilità personali e corrisponde a ciò che siamo realmente. Il sé ideale, invece, corrisponde a come l’individuo vorrebbe essere.

L’autostima scaturirebbe dai risultati delle nostre aspettative che vengono confrontati con le aspettative ideali. Più sarà alta la discrepanza tra ciò che siamo realmente e ciò che vorremmo essere, più bassa sarà la stima che avremo nei nostri confronti.

Tuttavia bisogna dire che è proprio la presenza di un sé ideale che ci stimola a fare meglio. È proprio il sé ideale che ci spinge alla crescita, perché ci spinge a stabilire degli obiettivi da raggiungere. Quando possediamo una differenza limitata tra il sé reale e il sé ideale, siamo anche in grado di avere un’alta autostima.

Da questo punto di vista godere di una buona autostima significa riconoscere in senso realistico di essere dotati sia di difetti che di pregi e quindi nell’impegno che ci si dà per migliorare i nostri punti deboli, cercando di nutrire apprezzamento nei confronti dei nostri punti di forza.

About Alessio Martella 76 Articoli
Da anni lavora nel mondo del web. Ha lavorato per alcuni giornali e web tv Project manager di Notiziare.it. Email: martellicus.1988@gmail.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.