Il Trono di Spade Ultima Puntata Sesta Stagione: Recensione Semiseria

Il servizio meteo di Westeros, dopo aver previsto da circa cinque anni, correnti fredde e un inverno rigido, finalmente ha indovinato il tempo: l’inverno è arrivato.

Al sud, però, sembrano non preoccuparsene, meglio perdere tempo con il tiro agli uccelli. Cersei ha deciso infatti che è l’ora di farla finta con questi passeri e, dopo essersi messa una tuta a metà tra un astronauta e Catwoman, in un impeto di piromania che farebbe invidia a Nerone, incendia il Tempio con Margaery, Loras e l’Alto Passero controfigura di Papa Francesco.

Il sottofondo musicale, Fra Martino Campanaro, rende tutto molto più allegro e accompagna anche il tranquillo e silenzioso volo di Tommen dalla finestra che, dopo fin troppe stagioni, si auto elimina, perché personaggio più inutile di lui davvero non c’era. A casa dei Frey, invece, lo spezzatino è servito.

Il ritorno tanto atteso di Arya, che presto parteciperà anche a Masterchef per la curiosa scelta di ingredienti, si è finalmente arrivato e, ormai ben istruita grazie al famoso trasformista Jaquen/Arturo Brachetti, riesce ad uccidere Walder Frey, vendicando in grande stile la morte di Robb e Catelyn.

Parlando sempre di ritorni, dopo aver camminato più di Gesù nel deserto, liberato gli ebrei ed essere risorta, la nostra Daenerys finalmente riesce a partire per il continente con i draghi ed una flotta di navi che nemmeno le repubbliche marinare potevano immaginarsi. Intanto nel lontano nord si portano avanti, passando dalla monarchia alla repubblica, eleggendo Jon Snow come re del Nord. Sansa non sembra tanto d’accordo e, molto probabilmente, confermerà ciò che si è pensato di lei durante tutte le prime stagioni: mai una gioia.

Sembra, infatti, che sarà Ditocorto ad influenzarla per averla al suo fianco dopo averci provato con Catelyn, riproponendo la versione medioevale de Il Laureato. In un posto sperduto sperduto, intanto, Bran capisce finalmente ciò che tutti stavamo aspettando, Jon Snow è figlio di Lyanna e Rhaegar. Ora, quindi, si è capito a cosa serve il personaggio di Bran. E da Westeros è tutto, si passa la linea alla settima stagione.

About Elena Morrone 31 Articoli

Nata nel 1995, ha frequentato il liceo classico T. Tasso dove ha diretto il giornalino scolastico Kaos. Ora studia alla facoltà di Scienze Politiche all’Università di Salerno. Appassionata di cinema che però non vedrebbe una commedia rosa manco a pagarla oro. Ha una bassa considerazione del cinema italiano da Fellini in poi e pensa che tutte le navi di Crociera sul Nilo e Vacanze ai Caraibi dovrebbero affondare all’istante – odia i cinepanettoni insomma. Guarda serie tv all day long e ogni tanto dorme pure.

Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.