Illecito Parma, il duro comunicato della società gialloblu

Parma Calcio

Il Parma Calcio rischia grosso. La società gialloblu è stata deferita dalla Procura Federale per la presunta violazione dell’articolo 7 del codice di Giustizia Sportiva. La questione riguarda gli sms inviati dai calciatori crociati Ceravolo e Calaiò a due colleghi dello Spezia prima della partita decisiva contro la formazione ligure, vinta dal Parma e che è valsa la promozione diretta in Serie A.

Il Parma cosa rischia? difficile da stabilire ma non si esclude la retrocessione in Serie B. La notizia del deferimento non è stata accolta molto bene dalla società gialloblu che ha voluto replicare alla Procura Federale con un duro comunicato. Sconcerto e sgomento. Sono questi i sentimenti, riassunti nella nota del Parma Calcio 1913.

Sconcerto perché il club emiliano continua a ritenere che “testo e tenore dei messaggi in questione non possano integrare una fattispecie così grave” confidando “che chi dovrà giudicare lo farà nel rispetto delle norme, della giustizia e del buon senso”. Proprio per questo motivo il Parma chiede espressamente che, “come sono stati resi pubblici molti dettagli delle indagini, possano essere resi pubblici dalla Giustizia Sportiva, da subito o al termine del procedimento, anche i testi dei messaggi in questione, affinché tutti gli sportivi italiani possano avere contezza del tenore degli stessi”.

About Alessio Martella 64 Articoli
Da anni lavora nel mondo del web. Ha lavorato per alcuni giornali e web tv Project manager di Notiziare.it. Email: martellicus.1988@gmail.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.