Lione-Juventus, Buffon: “Ora venite al mio funerale”

Polemica di Gigi Buffon dopo Lione-Juventus. Accade nell’immediato dopopartita della sfida di Champions League. A Buffon non sarebbero andate giù alcune frasi pronunciate dalla stampa. Ma cosa è successo?

Andiamo per gradi: la papera contro la Spagna non è piaciuta a molti giornalisti, che avevano bollato il portiere della Juventus come finito. Stasera, la paratissima contro il Lione su azione e il calcio di rigore neutralizzato a Lacazette, episodi che sono valsi alla Juve, nel complesso, la vittoria. Il risultato di questi episodi è un Buffon molto polemico e voglioso di ‘vendicarsi’ anche davanti ai microfoni.

Queste le parole del numero uno di Juve e Nazionale: “Le critiche? Che vadano al mio funerale. Ho detto spesso, senza presunzione, di essere già di mio molto autocritico; non ho dunque bisogno di sentire le parole degli altri, visto che sento che mi manchino di rispetto, alla mia carriera e a quello che faccio. In tutta la mia vita non mi sono mai voluto omologare con gli altri, quindi non mi interessa cosa dicono da fuori”.

Il portiere era stato premiato anche con il Golden Foot, ennesimo prestigioso riconoscimento alla sua carriera: “Il premio? Delle vittorie non ci si stanca mai, per fortuna”.

Unanime il coro di compagni e allenatore. Così il tecnico bianconero Massimiliano Allegri: “L’importante era vincere, e l’abbiamo fatto gran parte per merito di Buffon e delle sue parate”.

Cosa c’è da aggiungere? C’è poco da fare: parliamo del miglior portiere degli ultimi vent’anni e, forse, della storia. Rimandato ancora il funerale di Gigi.

About Marco Stile 119 Articoli
Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, studia Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di calcio, si interessa anche al basket e al tennis.
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.