Londra, il primo ristorante fatto con la stampante 3D

Un’innovazione che potrebbe cambiare la nostra concezione di vedere le cose: la stampante 3D a Londra ha sviluppato un ristorante. Andiamo a scoprire questa particolare tecnologia e il clamore che ha suscitato.

Addirittura la stampante in tre dimensioni adesso riesce anche a fare un ristorante. Ha infatti debuttato a Londra il primo locale in cui tutto viene fatto con una stampante 3D…persino il cibo!

Sì, avete capito bene. La gastronomia molecolare, infatti, sta alla base di un procedimento che farà sicuramente molto discutere. La stampante, infatti, unisce elementi di questa particolare branca della cucina con ingredienti tradizionali e li mette nel piatto, con forme difficilmente riproducibili da un essere umano.

L’idea è di Joel Castanye e Mateu Blanche, master chef provenienti da diversi ristoranti stellati. Altissima qualità per quella che è stata definita “un’esperienza gourmet unica, dove la cucina incontra l’arte, la filosofia e le tecnologie del futuro”.

Un limite di questa storia? Una cena, al momento, costa 250 sterline (circa 300 euro). Non proprio economico, insomma: la cucina molecolare e le stampanti 3D sono ancora qualcosa di completamente elitario.

Londra è però solamente la prima tappa: il ristorante è infatti itinerante, e prevede diverse tappe importanti, come Berlino, Dubai, Seul, Tel Aviv, Toronto, Las Vegas, San Paolo, Parigi, Amsterdam, Toronto, Singapore, New York. Quando vedremo una cosa simile in Italia? Il ristorante con la stampante 3D arriverà in ottobre a Roma.

About Marco Stile 119 Articoli
Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, studia Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di calcio, si interessa anche al basket e al tennis.
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.