Nel Paese delle Meraviglie: Alla scoperta di Bussana Vecchia (Liguria)

Bentornati amici lettori. Finalmente sabato. Torna il consueto appuntamento settimanale con “Nel Paese delle Meraviglie”, la rubrica di Notiziare.it che ogni sabato vi accompagnerà alla scoperta dei luoghi più belli del nostro meraviglioso stivale. Questa settimana abbiamo scelto un luogo popolato da geni d’arte, un vero “villaggio di artisti”. Tuttavia credo che molti di voi non sono a conoscenza del posto in questione. Infatti, non si tratta di una grande metropoli o di una città d’arte come la intendiamo noi oggi. Si tratta semplicemente di Bussana Vecchia…

Su una collina rocciosa alle spalle di Bussana Nuova e ad 8 km da Sanremo, si erge Bussana Vecchiauna frazione collinare del Comune di Sanremo. Nel 1887, un violento terremoto distrusse il paese che, fino ad allora, era chiamato semplicemente “Bussana”. In seguito al disastro, molti abitanti si spostarono tre chilometri più a valle fondando “Bussana Nuova” mentre sulla collina si andava ricostruendo “Bussana Vecchia”.

Totalmente abbandonata per decenni, Bussana Vecchia ha ricominciato ad essere abitata, sul finire degli anni cinquanta del Novecento, da artisti italiani e stranieri attratti dal fascino e dalla particolarità del luogo. La fama artistica di Bussana si deve al pittore siciliano Vanni Giuffre che, agli albori degli anni 60′ del 900′, decise di trasferirsi nel villaggio dove sancì, con alcuni amici, una specie di “Costituzione” che regolava la vita del villaggio. Chiunque voleva stabilirsi nel villaggio poteva usufruire dei ruderi che ormai non erano più di proprietà di nessuno. Tuttavia, Giuffre sancì che si poteva usufruire di tale luogo per sole finalità artistiche. L’ambientazione era divenuta man mano internazionale. Si era creato un villaggio di artisti e liberi pensatori che comunicavano tra loro in inglese e francese.

Ma, agli inizi degli anni 70′, la proprietà privata iniziava a delinearsi come una necessità e ciò andava in netto contrasto con gli ideali iniziali della Comunità degli Artisti. Così nascono i primi problemi. Nel 1984 la Finanza stabilisce che gli edifici erroneamente accatastati come proprietà degli abitanti di Bussana, in realtà sono di proprietà dello Stato. Nel frattempo si accende una lotta contro lo stato da parte degli abitanti di Bussana per ottenere nuovamente le case. Lotta che va avanti ancora oggi.

COSA VEDERE A BUSSANA VECCHIA ?

Il paese è visitabile interamente a piedi in circa un’ora ed è zeppo di posti caratteristici e panorami mozzafiato. Una delle maggiori attrattive è rappresentata dalle caratteristiche botteghe degli artisti, aperte un po’ ovunque nel borgo. Il paese conserva, inoltre, la vecchia chiesa di Sant’Egidio, mai ristrutturata, che mostra ancora tracce di quelli che erano gli stucchi e le pitture originarie. La chiesa è visitabile solo dall’esterno per motivi di sicurezza. Il campanile della chiesa è il simbolo del paese poiché miracolosamente scampato al sisma.

Potrebbe interessarti:

About Mario Martino 173 Articoli
Nato a Maddaloni il 16/05/1995. Vive a Beltiglio di Ceppaloni, un piccolo paesino della provincia di Benevento. Studia Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. Scrive anche per Benevento ZON, AlBarSport.com e Derivati Sanniti.
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.