Norvegia: il quotidiano AftenPost accusa Zuckerberg di abuso di potere e censura

AftenPost, il principale quotidiano norvegese accusa Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook (il social più usato) di abuso di potere e censura. Espen Egil Hanse, direttore del giornale ha inviato una lettera aperta a Zuckerberg criticando la scelta del fondatore di Facebook di censurare ed eliminare il post di uno scrittore norvegese, Tom Egeland, che commentava la famosa foto della “bimba del Napalm” simbolo delle barbarie della guerra in Vietnam. Lo scatto ritrare alcuni bambini in fuga da un attacco al Napalm ma a colpire è il terrore che si legge negli occhi di Kim Phuk, una bimba di soli 9 anni che corre senza vestiti. Per Zuckerberg la foto era pornografica poiché ritraeva un nudo femminile. Così il post è stato censurato ed eliminato dal social.

Nello specifico, il post dello scrittore Tom Egeland voleva essere un report delle «sette foto che hanno cambiato la narrazione della guerra». Tra le quali rientrava proprio quella della “bimba di Napalm” scattata nel 1972, nel mezzo della Guerra in Vietnam.

Il direttore dell’ AftenPost si dice preoccupato perché, a suo avviso, la scelta di Zuckerberg va a limitare la libera circolazione di informazioni.Sono preoccupato che invece di ampliare la libertà di informazione così la si limiti “. Queste le parole del direttore Hanse che poi si lascia andare ad un deciso attacco al fondatore di Facebook e all’utilizzo che si fa del social: ” […] quest decisioni sono il frutto di un abuso di potere e invece di rendere il mondo più aperto e connesso promuovono la stupidità. “

Potrebbe interessarti:

About Mario Martino 173 Articoli
Nato a Maddaloni il 16/05/1995. Vive a Beltiglio di Ceppaloni, un piccolo paesino della provincia di Benevento. Studia Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. Scrive anche per Benevento ZON, AlBarSport.com e Derivati Sanniti.
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.