Oscar 2017: I “magnifici 7” film italiani in corsa per la candidatura

Il 26 settembre conosceremo il nostro campione. Sapremo, infatti, il film italiano che sarà candidato alla corsa agli Oscar che verranno consegnati a Los Angeles il prossimo 26 febbraio. La decisione sarà presa dalla Commissione di selezione, nella sede dell’Anica, che dovrà scegliere tra sette candidati.

Grande assente è “La pazza gioia” di Paolo Virzì. Nonostante il grande successo riscontrato al Festival di Cannes nella sezione “Quinzaine des realisateurs”, la produzione ha deciso di non presentare il film al giudizio della Commissione. L’Italia è al momento il paese straniero ad aver vinto il maggior numero di Oscar con 13 statuette conquistate dai film e 33 statuette ottenute negli ambiti tecnici.

I film tra i quali la Commissione di selezione sceglierà il nostro rappresentante sono i seguenti:

1) “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi. La quotidianità e la normalità degli abitanti dell’isola di Lampedusa confrontata con la tragedia scaturita dal fenomeno della migrazione.

2) “Gli ultimi saranno ultimi” di Massimiliano Bruno. La storia drammatica, con sfumature ironiche, sui fenomeni della disoccupazione e della crisi che porta gli italiani dei nostri giorni a lottare per conservare la dignità e la voglia di vivere.

3) “Indivisibili” di Edoardo De Angelis. Una famiglia riesce a sostenere le spese delle vita quotidiana grazie alle esibizioni canore di due elementi del nucleo familiare: due gemelle siamesi. Loro però sognano una vita tradizionale e le cose vanno bene fino a quando non scoprono che l’intervento per dividersi è possibile.

4) “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti. Un delinquente di periferia entra in contatto con una sostanza radioattiva che gli dona poteri sovrumani. Pensa che sia la svolta per la sua carriera criminale ma l’incontro con una ragazza lo trasformerà in un vendicatore al servizio dei più deboli.

5) “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese. Tragicommedia legata ai cellulari e ai segreti che custodiscono, il tutto si svolge durante una cena tra amici.

6) “Pericle il Nero” di Stefano Mordini. Ispirato all’omonimo romanzo di Giuseppe Ferrandino racconta la storia di un criminale che riesce a trovare il coraggio per opporsi all’ambiente in cui è cresciuto.

7) “Suburra” di Stefano Sollima. Trasposizione dell’omonimo romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo che porta in scena la corruzione nella capitale della politica.

Potrebbe interessarti:

About Joseph Scribendi 19 Articoli

Sognatore. Profilo pubblico in fase di aggiornamento.

Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.