Strage di Nizza: il dolore dei musicisti sanniti Giannola e Citarelli

La strage di Nizza ha destato terrore e preoccupazione anche nel beneventano, dove le persone oltre a provare dolore e immensa tristezza per la morte di decine e decine di innocenti, sono state col fiato sospeso per via della presenza nel territorio francese di alcuni beneventani. Tra questi anche dei beneventani doc, vere celebrità, che si sono distinti per le loro qualità nel mondo della musica come Claudio Citarella (bassista) e Lepoldo Giannola (chitarrista).

Entrambi sono sani e salvi, fortunatamente nessuno dei due era presente sulla Promenade des Anglais in occasione della celebrazione per l’anniversario della presa della Bastiglia.

 Attraverso il suo profilo Facebook, Claudio Citarella che da anni viveva a Nizza rassicura tutti così:

“A tutti gli amici che hanno avuto un pensiero per me ieri sera e oggi, io sto benissimo, sono a Montreux in Svizzera, anche i miei amici Nizzardi più cari stanno bene, purtroppo questo orribile atto ha colpito gli indifesi, i bambini, le famiglie, insomma tutti quelli che erano pronti a partecipare ad una ricorrenza importantissima come la presa della Bastiglia, una vera festa, con musica, palchi, mercatini, fuochi d’artificio, annientata da un atto brutale, violento che ha scioccato tutti… Me per primo… io da parte mia ho vissuto un esperienza paradossale, su un palco a suonare e a far divertire delle persone mentre nello stesso tempo sul mio cellulare arrivavano messaggi di amici che volevano sapere delle mie condizioni mentre io ero preoccupato per i miei amici a Nizza, gli sms con i numeri dei decessi aumentavano, pochi minuti di pausa per accertarmi dello stato di salute di qualcuno e poi ancora a suonare condividendo tra l’altro il palco con ospiti di eccezione ma devastato dall’incertezza degli accadimenti…aspettando con ansia il momento della pausa pur avendo una situazione bella sul palco, di quelle che vorresti non finissero mai… Un paradosso…. Sono stato ferito nell’animo, per un attimo ho odiato la musica è il mio mestiere che in realtà sono le cose che amo di più nella vita, perché questo mi impediva di mettermi in contatto con le persone che amo in un momento in cui la preoccupazione era sovrana…questa orribile tragedia in qualche modo mi ha segnato profondamente, delle vittime innocenti sacrificate in nome di non so cosa, colpevoli solo di voler trascorre un momento festivo, gioioso, in compagnia dei propri cari, in una cornice magnifica come può essere la Promenade des Anglaise sulla costa azzurra,tutto questo orrore non mi impedirà di continuare a fare musica e a lottare con tutto me stesso contro questa barbarie,questi atti criminali che vogliono spingerci a vivere nel terrore facendoci rinunciare ai nostri momenti di gioia e spensieratezza; Nizza se pur sconvolta dagli avvenimenti si rialzerà! “

Anche il chitarrista sannita, Leopoldo Giannola ha usato il suo profilo Facebook per rassicurare tutti con un breve messaggio: ” Ma famille et moi on est en sécurité…encore une fois profonde tristesse..” (Io e la mia famiglia siamo al sicuro… Ancora una volta profonda tristezza).

Potrebbe interessarti:

About Mario Martino 173 Articoli

Nato a Maddaloni il 16/05/1995. Vive a Beltiglio di Ceppaloni, un piccolo paesino della provincia di Benevento. Studia Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Salerno. Scrive anche per Benevento ZON, AlBarSport.com e Derivati Sanniti.

Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.