Nel Paese delle Meraviglie: Alla scoperta del Parco dei Mostri (Lazio)

Bentornati amici lettore a “Nel Paese delle Meraviglie”; la rubrica di Notiziare.it che ogni sabato vi porta a spasso per lo stivale, alla scoperta delle meraviglie della nostra Italia. A pochi giorni dalla spaventosa festa di Halloween, “Nel Paese delle Meraviglie” ha scelto, per voi, una meta particolare, un luogo davvero impressionante, un posto che mette davvero i brividi: il Parco dei Mostri.

Commissionato da principe Pier Francesco Orsini e progettato da Pirro Ligori nel 1547, il Parco dei Mostri è un complesso monumentale italiano che eleva all’ennesima potenza il genere del grotesque. Il parco è situato a Bomarzo in provincia di Viterbo (Lazio) e contiene al suo interno statue di mostri, figure enigmatiche ed architetture strane. Non si conosce l’originario scopo di tale costruzione e nel corso del tempo sono state formulate numerose ipotesi che vedrebbero il luogo come un “percorso iniziatico” o un luogo in cui la tendenza grotesque italiana abbia voluto sfogarsi. All’interno del parco non vi sono solo statue di mostri ma anche architetture impossibili, come la casa inclinata. Per Salvador Dalí il Parco dei Mostri è un’invenzione storica unica.

Ma scopriamo le principali figure, statue e architetture che adornano il suggestivo Parco.

-L’orco: è sicuramente la figura più celebre del Parco ed è il suo simbolo. Si tratta di un volto di pietra con la bocca spalancata che in realtà è una camera scavata nel tufo. Si può entrare al suo interno e creare un’atmosfera spaventosa. Infatti, data la forma dell’ambiente, le voci di coloro che vi entrano sono amplificate e distorte.

 

-La casa Pendente: è un piccolo edificio costruito su un masso inclinato e perciò volutamente pendente; la particolarità è che gli interni hanno una pendenza irregolare causando smarrimento. E’ la maggiore attrazione del Parco.

 

-Ercole e Caco ( o “Lotta tra Giganti”): è la più grande statua presente nel Parco. Rappresenta la lotta di due giganti del mondo classico (Ercole e Caco).

 

-Proteo: un immenso mascherone antropomorfo con la bocca spalancata, che sembra emergere direttamente dalle viscere della Terra.

 

-L’elefante: si tratta di un imponente elefante che porta sulla schiena una grossa torre e nella proboscide tiene un legionario romano, quasi a volerlo stritolare. Probabilmente il riferimento è all’impresa di Annibale durante le Guerre puniche.

 

-Proserpina: Regina dell’Ade; è rappresentata come una donna a braccia aperte, la cui veste è in realtà un’ampia panca su cui è possibile sostare. A pochi passi da lei si può notare Cerbero, il cane dotato di tre teste che fa da guardiano dell’Oltretomba.

 

Purtroppo la nostra escursione nel Parco dei Mostri finisce qui. Appuntamento a sabato prossimo per una nuova meraviglia da scoprire.

Se vi siete persi le ultime avventure di “Nel Paese delle Meraviglie” non disperate, di seguito sono riportati i link degli ultimi appuntamenti.

Potrebbe interessarti:

About Mario Martino 173 Articoli

Nato a Maddaloni il 16/05/1995. Vive a Beltiglio di Ceppaloni, un piccolo paesino della provincia di Benevento. Studia Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Salerno. Scrive anche per Benevento ZON, AlBarSport.com e Derivati Sanniti.

Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.