RC Auto: scende il prezzo del 2,5% grazie al calo delle frodi

L’assicurazione auto è una delle principali spese che grava sul portafoglio delle famiglie italiane, ma nelle ultime settimane arriva un’importante notizia positiva a riguardo. A darla è stata direttamente la Presidente Ania Anna Maria Bianca Farina, la quale indica che il prezzo delle RC Auto è sceso del 2,5% nell’ultimo anno.

Durante la consueta relazione annuale dell’associazione, la Presidente ha snocciolato alcuni dati interessanti circa il campo delle assicurazioni auto obbligatorie nel nostro Paese. Il primo dato ufficializzato non è sicuramente dei migliori: sono infatti ancora 5 milioni i veicoli circolanti in Italia che non sono coperti da un’assicurazione RCA. Nonostante questo però il prezzo generale delle polizze obbligatorie è sceso mediamente su tutto il territorio del 2,5%, facendo registrare un calo negli ultimi 5 anni del 27% e mantenendo un costante trend al ribasso, tutto a favore dei guidatori.

Il calo del costo delle polizze è legato a diversi fattori, tra questi troviamo la diminuzione del fenomeno “truffe”, che portava le compagnie a dover fronteggiare rimborsi per sinistri fantasma e non veritieri. Unitamente a questo hanno contributo alla diminuzione delle tariffe anche le nuove normative che hanno introdotto nuove modalità di controllo dei comportamenti del guidatore quali la scatola nera, che ha impattato sul costo delle polizze con importanti sconti per coloro che hanno affrontato l’installazione di tali dispositivi.

Un altro fattore che ha giocato a favore dei guidatori è la maggiore concorrenza tra le varie compagnie e la possibilità di confrontare i costi e calcolare l’assicurazione auto direttamente online, come sul portale di uno dei punti di riferimento del settore UnipolSai, che permette di generare un preventivo gratuito in soli due minuti e avente validità per 60 giorni.

La Presidente Farina si è soffermata inoltre sulle misure governative che le istituzioni dovranno mettere in campo al fine di mantenere sotto controllo la situazione economica del nostro Paese. Queste misure risultano importanti anche per le compagnie assicurative, che sono legate in modo diretto all’andamento dello spread, e un eccessivo rialzo di quest’ultimo potrebbe portare a delle ripercussioni anche sui costi delle polizze in essere. Risulta necessario a livello istituzionale rassicurare i mercati sulla sostenibilità del debito pubblico del nostro paese, nel medio e nel lungo termine, la quale deve essere garantita da un rafforzamento della crescita e da una politica di bilancio accorta.

Nonostante la situazione sia ancora fragile, gli interventi fatti negli scorsi anni devono trovare continuità anche con il nuovo Governo, al fine di stabilizzare il più possibile la situazione e poter avere dei benefici, anche in termini economici, per tutti coloro che devono assicurare il proprio veicolo. Sul mercato delle polizze auto risulterà importante l’impatto che avranno le nuove regolamentazioni a livello europeo che impongono diverse novità in tema di RC Auto, ma dovrà essere regolamentato e semplificato il quadro delle regole, chiarendo i limiti e i criteri con cui le compagnie possono utilizzare le informazioni sulla clientela in possesso delle compagnie assicurative, trovando un giusto compromesso tra la riservatezza del cliente e l’uso delle informazioni necessarie a rendere un servizio a suo vantaggio.

About Redazione 131 Articoli
Redazione Notiziare.it, sito d'informazione di politica, tv, economia, sport e tecnologia
Contact: Facebook
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.